Blog: http://lellolo.ilcannocchiale.it

Fiume di rabbia...

Acque..nere sporche e agitate
un enorme fragore nella valle,
il fragore di un fiume in piena
il fragore di una corsa estrema.

Rapidi corrono lungo le onde piccoli ciottoli
la gente fugge, scappa ovunque
il fiume รจ una valanga di rabbia che non riesce a sfogarsi
rimane a gridare ai passanti
rimane a graffiare gli argini con sassate violente
ma poi passa.

Grida, piu forte di sempre, contro se stesso in una assurda cascata di odio
e poi si calma,
languido offre il suo riflesso al cielo
languido guarda verso l'alto
e manda spruzzi di acqua nell'aria,
fresche goccie d'odio alle persone di sempre
che ancora dall'alto del loro ponte
lanciano sassi e costruiscono argini.
Che dall'alto della loro arroganza giudicano,
ma quando il fiume grida, tremano.

Pubblicato il 17/8/2007 alle 10.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web