Blog: http://lellolo.ilcannocchiale.it

BASTA..

Inizio a chiedermi perchè non posso essere come tutti gli altri,
come tutti voi.

Perchè perdo tempo con gente che non mi sa apprezzare,
perchè mi rodo il fegato,
perchè non riesco a scindermi completamente da quello che sono?

Inizio a essere stanco.

Voglio essere un'emerita testa di cazzo,
che va in giro a cercare una ragazza ubriaca da farsi, per sentirsi piu felice,
che entra in un negozio e non compra  niente che non abbia già visto addosso ad almeno altre tre persone
che passa la sua vita nella piu totale incoscenza, imbecillità e idiozia.

Sono stanco.

stanco di perdere sonno, appetito e sorrisi
per situazioni che non dipendono da me,
stanco di donare tutto me stesso alle ortiche,
stanco di essere uno stupido che perde tempo a fissare il soffitto pensand
a cercare un modo diverso di vedere le cose rispetto a ciò che gli viene proposto.

Voglio solo avere dei dubbi di qualunquismo,
voglio diventare un pappagallo delle frasi altrui,
voglio attaccarmi a una bottiglia per dimenticare che sono il piu vuoto dei cretini.

Voglio solo essere un'automa nelle mani della tv,
e credere a tutto quello che mi dicono gli altri,
con i loro sorrisi convinti, tutti uguali.

Voglio annichilire la mia brulla personalità
che ho cercato di montare fino ad oggi,
scrivendo cose che, tutto sommato,
non sono altro che aria fritta intorno a ciò che realmente sono.
Cosa realmente sono?
non ha importanza,
forse non son null'altro che una vuota stanza,
che ogni tanto si rivernicia con colori sempre simili.

Di gente in giro come me ce n'è veramente troppa,
un po meno appariscente della massa, ma non è poi tanto rara.
Gente che perde tempo a scrivere aspettando di farsi leggere e commentare
cercando il consenso di altra gente fuori dal coro (ma inserita in un coro minore che fa da seconda voce).
Ce ne sono veramente veramente tanti che scrivono meglio di me:
di sfigati è pieno il mondo,
ma quelli orgogliosi di esserlo sono un pò meno,
anzi, da oggi uno in meno.

Sono stanco di voi che leggete questo bollettino medico sulla mia insania mentale che io stesso redaggo.
Se veramente vi importasse qualcosa di come sto non ci sarebbe bisogno di leggere qui, sapreste già tutto.
O forse lo leggete solo sperando che ci sia qualche accenno a voi
con le vostre sciocche manie di protagonismo.

E se pensate che questa cosa l'ho scritta solo per sentirmi dire che non posso scrivere cose simili,
che sono un persona stupenda unica e importante per voi,
vi sbagliate.
La gente che si piange addosso per sentirsi dire il contrario è solo merda ipocrita che scrive
per compiacersi della pena altrui

Sono stanco di voi e di me,
forse è meglio se andate a cercarvi un altro cantastorie.

Non vorrei piu mettere voi davanti a me nella lista delle mie priorità,
ma so di non esserne capace.

Beati voi che ne siete in grado,
andate avanti così,
che la vita è bella solo se la si sà prendere con l'incoscenza necessaria

Di spegnere il cervello non mi và,
dunque mi tengo le mie responsabilità,
e le mie lacrime amare.

Tanto so che scriverò ancora
la mia grafomania è in costante peggioramento.
e inizio ad aver voglia di lottare per ciò che desidero piu di ogni altra cosa.

Pubblicato il 6/4/2008 alle 22.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web