Blog: http://lellolo.ilcannocchiale.it

...End of the world, end of words..

Me l'ero sempre immaginata diversa la fine del mondo.

Gente che scappa e grida isterica,
fedeli radunati nelle ultime preghiere,
atei intenti a godersi gli ultimi fugaci istanti.

E invece no.

Il mondo finisce, con una frase,
nel silenzio piu totale,
senza nessuno intorno,
con solo un respiro profondo,
che sa di sconfitta.
Come la rena rossa
che precipita a tradimento su Mastro Misciu,
seppellendolo in un sordo tonfo.


Poche semplici parole,
bastano per far crollare una torre
costruita con cura per anni e anni.

Un po come la stuatua della libertà americana
avevo eretto una torre,
per ostentare ciò che non esisteva.

La libertà è una statua,
la felicità è un giudice,
e le mie poesie sono vetro opaco,
che cercavo di spacciare per cristallo.

Non so ancora se ho davvero imparato la lezione,
non so quando la vita mi sottoporrà un nuovo esame,
ma vedrò di farmi trovare preparato
non voglio essere rimandato, un'altra volta

E' ora per me di tornare all'asilo


"...non pensavo fossi così superficiale..."



Pubblicato il 23/4/2008 alle 21.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web