Blog: http://lellolo.ilcannocchiale.it

La ballata degli zombie..

Vi presento la ballata degli zombie senza cuore,
non v'è musica, non v'è rancore,
è solo un susseguirsi di sospiri e pensieri
sul palcoscenico della vita d'oggi e ieri.

Perseguitati dalla mancanza di sentimenti,
nei tormenti di un viver senza rotta
vagano, di grotta in grotta,
richiamati dal suono di una crotta.

Sono tenere menti che cantano al vento,
sono lacrime che cadono dal mento,
morti non nel fisico, ma nell'anima,
per aver donato il loro amore
alle nuvole rosse del malumore,
in cambio di un infarto cerebrale.

Non posseggono nulla,
non desiderano nulla,
fin da quando eran nella culla,
il loro destino era segnato.

L'amor rifugge loro,
che non trovano rifugio in nessun coro,
e si limitano a cantar quel che non hanno,
e si limitano a cantar quel che non sono.

Tutt'al piu rimangono sui campi a legger l'erba,
fischiettando come fa chi rancor non serba,
consapevoli d'essere cibo insepolto,
destinato ai corvi di un paese lontano.

E quando giunge l'ora,
precipitano nell'oblio del proprio io,
nascondendosi al mondo,
in uno stato di coma profondo...

..e in quel momento,
scrivono
.




Pubblicato il 27/4/2008 alle 19.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web